UniCredit, BNL e Intesa Sanpaolo: ecco come agiscono i truffatori phishing

Continuano le numerose truffe del web che coinvolgono nella maggior parte gli utenti delle principali banche italiane. Anche nel corso delle precedenti settimane, i correntisti di BNL, Unicredit e Intesa Sanpaolo sono stati esposti ad una serie di tentativi di phishing, con i malintenzionati della rete pronti a sfruttare i passi falsi delle potenziali vittime.

 

Banche, occhio alle truffe per Unicredit, BNL, Intesa

I clienti di Unciredit, BNL e Intesa devono prestare grande attenzione alle mail ed agli SMS fasulli che contengono dei messaggi volutamente subdoli. Per attirare i clienti nei loro tentativi di phishing, i malitnenzioni creano delle comunicazioni ad hoc in cui si parla della chiusura unilaterale del conto corrente o anche di spese non realmente effettuate sulle carte di credito e di debito. L’obiettivo dei cybercriminali è quello di indirizzare i lettori sui link in allegato.

Cliccando sui link in allegato a questi messaggi, i correntisti di Unicredit, BNL e Intesa rischiano di condivider senza il loro consenso le informazioni riservate. Al tempo stesso, gli utenti corrono il rischio di essere invischiati in campagne pubblicitarie coatte.

Ulteriore pericolo è poi quello relativo ai servizi a pagamento sul proprio smartphone. Tanti clienti di TIM, Vodafone e WindTre hanno perso decine e decine di euro, proprio a causa di tale dinamica nelle precedenti settimane.

Il rischio maggiore, ad ogni modo, resta quello per i risparmi. Attraverso tali comunicazioni, i malintenzionati entrano anche in possesso dei dati home banking delle vittime. Il conseguente rischio di perdere il credito sui conti corrente è quindi alto.