Truffe online

Alto il rischio di truffe per i correntisti dei principali istituti bancari italiani. Nel corso delle ultime settimane, tanti clienti di BNL, Intesa Sanpaolo Unicredit hanno ricevuto via SMS delle comunicazioni potenzialmente pericolose da parte di alcuni cybercriminali della rete.

 

Truffe banche: il rischio per i clienti BNL, Intesa, Unicredit è elevatissimo

Questi SMS inviati sugli smartphone dei clienti BNL, Intesa e Unicredit hanno pressapoco la stessa forma e la stessa dinamica. I messaggi che portano alla truffe si presentano come comunicazioni dai toni allarmistici. In alcuni casi, gli utenti sono avvisati su presunte chiusure del conto, in altre di spese fatturate con carte di credito o di debito

In allegato a questi SMS vi è un apposito link. Per la buona riuscita delle truffe e per dare il via ai relativi tentativi di phishing, i malintenzionati spingono i lettori a cliccare su questi link.

Le conseguenze per chi abbocca ai messaggi fasulli sono diverse. In primo luogo, le truffe potrebbero portare ad una condivisione non voluta delle informazioni personali. In altre occasioni, invece, proprio grazie agli SMS i malintenzionati potrebbero attivare in automatico alcuni servizi a pagamento sugli smartphone dei clienti TIM, Vodafone e WindTre.

L’evenienza peggiore è però quella legata ai risparmi degli stessi correntisti BNL, Intesa e Unicredit. I messaggi e le truffe dei cybercriminali hanno anche l’obiettivo di rubare le credenziali di home banking dei lettori. Con la condivisione non voluta dei dati per l’accesso ai portali di home banking, il rischio di perdere soldi potrebbe essere molto alto.