Unicredit, SanPaolo e BNL

I tentativi di truffa con cui gli utenti vengono quotidianamente a contatto sono centinaia di migliaia: dalle pubblicità pop up passando poi ai link fasulli sui social network, costantemente i propri dati sono messi a repentaglio, ma non così gravemente come accade per i tentativi di truffa via email. I cybercriminali che ricorrono al phishing sono ormai numerosi, tant’è vero che le frodi bancarie sembrano essere ormai all’ordine del giorno. Grazie agli attuali standard di sicurezza che Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL hanno introdotto nei loro sistemi, ogni problema sembra esser stato reso vano, sebbene il tutto acquisti una piega diversa quando a fornire i propri dati sono gli stessi conti correntisti.

Purtroppo il fenomeno delle truffe bancarie è in costante crescita e solo un attiva prevenzione può impedire a chiunque di cadere vittima di tali soprusi.

Truffe Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL: conoscerle rappresenta il primo passo per difendersi

Sapere come una email di phishing si presenta costituisce, senza ombra di dubbio, il primo passo per difendersi. Per fortuna, sebbene alcuni dettagli mutino nel tempo, quasi tutte le frodi bancarie presentano delle caratteristiche analoghe e che quindi possono aiutare qualunque persona a identificare il problema di fondo e continuare spedita senza cedere all’inganno.

truffe unicredit, intesa sanpaolo, bnl

Un esempio lampante di come un email phishing si presenta è fornito proprio dalla testimonianza qua sopra. Come è possibile visionare in questo tentativo di phishing ai danni di Intesa SanPaolo e dei suoi correntisti, i cybercriminali hanno cercato di attirare l’attenzione attraverso la comunicazione del blocco del conto. Come sempre, poi, nel testo viene allegato un link che dovrebbe aiutare ogni utente a risolvere la problematica ma che, in realtà, nasconde unicamente un sito copia destinato ad immagazzinare i dati altrui per poi sfruttarli a piacimento.

Come evitare di cadere nella trappola del phishing? Diffidare da qualunque messaggio che richiede l’inserimento di dati sensibili.