niente più truffe con il mobile token su intesa e unicredit

Nuovi tentativi di truffe stanno pervenendo sulle caselle postali di numerosi italiani, i quali ignari dell’inganno aprono le email senza preoccuparsi o accettarsi che queste siano veritiere. Ad essere presi sotto attacco risultano ancora una volta i maggiori istituti di credito italiani, tra i quali rientrano Unicredit, Intesa SanPaolo e BNL; come noto, l’operato dei cybercirminali non si ferma mai e questa nuova ondata di phishing ne è la prova: esaminiamo, di conseguenza, una email per vedere a cosa bisogna stare attenti.

UniCredit, Intensa SanPaolo e BNL: le nuove email parlando di privacy

Per attirare nuove vittime, i cybercriminali hanno pensato bene di lasciare a casa i tentativi di phishing che lamentano il blocco della carta per passare ad una soluzione nuova: l’aggiornamento dei propri dati e dalla privacy. Le ultime email ricevute dagli utenti, infatti, descrivono nel loro corpo testo: “Durante il 2018 e il 2019, abbiamo lavorato costantemente per aggiornare i nostri processi e la nostra sicurezza in modo da essere conformi al Regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD), la nuova legge europea in materia di protezione dei dati che entrerà in vigore il 17 gennaio 2020.”. 

Come è possibile visionare qua sopra, nello screenshot prova di queste nuove truffe, il messaggio inviato da un falso contatto BNL include al suo interno anche i famosi collegamenti esterni, i quali dovrebbero aiutate l’utente ad aggiornare i dati senza alcun problema. Ovviamente, se cliccati, essi rimandano a dei siti copia che altro non fanno se non immagazzinare i vostri dati per poi sfruttarli per secondo fini ed ulteriori truffe.