controlli-del-fisco

Di recente, stando a quanto riportato, pare che il fisco abbia avviato dei nuovi controlli fiscali più approfonditi su centinaia di migliaia di conti correnti Unicredit, Intesa SanPaolo e BNL con l’obbiettivo quindi di eliminare definitivamente l’evasione fiscale. Il Fisco Italiano, infatti, ha avviato una vera e propria guerra contro tutti gli Italiani che ogni anno continuano a dichiarare molto meno di quanto in realtà percepiscono. Per portare a termine questa operazione, però, il governo Italiano è dovuto ricorrere all’utilizzo un nuovo strumento tecnologico denominato “Risparmiometro”.

Secondo le prime indiscrezioni, quindi, i primi controlli verranno effettuati sui correntisti di BNL e Intesa SanPaolo e, solamente più tardi, verranno attivati anche sui clienti di Unicredit. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

Fisco: addio evasione fiscale, arriva il Risparmiometro per combattere gli evasori

Nei meandri del Rirsparmiometro, il nuovo strumento introdotto dal Fisco Italiano in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate, si nasconde un potente algoritmo che, a quanto pare, è capace di analizzare tutte le transazioni effettuate sui conti correnti degli Italiani. Stando a quanto riportato dall’Agenzia delle Entrate, infatti, il Risparmiometro potrà analizzare in breve tempo tutte le entrate e le uscite di qualsiasi conto corrente. Ciò, quindi, permetterà di scovare chiunque negli ultimi anni abbia, ad esempio, lavorato in nero. 

Ovviamente come qualsiasi tecnologia utilizzata sul campo, anche il Risparmiometro potrebbe produrre degli errori. Al fine di evitare questi ultimi, quindi, è stato deciso che i dati raccolti verranno analizzati due volte in modo tale da effettuare un controllo molto più preciso. Inoltre per evitare i falsi positivi è stato scelto di effettuare dei controlli più approfonditi solamente nel caso in cui venga riscontrato uno scostamento tra le entrate e le uscite pari o superiore al 20%.