truffe bancarie

Nuove truffe bancarie colpiscono i correntisti di Unicredit e Intesa SanPaolo, i quali inaspettatamente stanno ricevendo diverse email phishing sulla propria casella dalla posta elettronica. Non è di certo una novità che i cybercriminali prendano di mira i maggiori istituti bancari italiani per cercare di portare a termine il loro piano. Nonostante Unicredit e Intesa Sanpaolo tutelino i loro clienti in modo efficiente e con mezzi di sicurezza di ultima generazione, il tutto diventa più difficile quando a fornire gli stessi dati sono i clienti che, ignari della situazione, credono di star comunicando con la propria banca.

Per fortuna, ad oggi, vi è un lato positivo in tutta questa storia ovvero che è diventato più semplice capire quando si tratta di una truffa bancaria o no.

Truffe bancarie via email: ecco come riconoscerle

Riconoscere il phishing non è tanto difficile grazie al fatto che presenta sempre analoghe caratteristiche. Le truffe bancarie, effettuate via posta elettronica, sono infatti quasi standardizzate se non per qualche elemento che le modifica senza però cambiarne il contenuto.

Leggi anche:  Call center: i trucchi degli operatori Tim, Wind, 3 e Vodafone per truffarci

truffe unicredit, intesa sanpaolo, bnl

Prendendo come esempio il tentativo di truffa sopra riportato nella foto, si può vedere come i cybercriminali cerchino di spingere l’utente ad agire in modo frettoloso e senza pensare così da consegnare loro i propri dati personali. quando si riceve una mail come quella sopra riportata è bene evitarla a tutti i costi, bloccare il mittente e se proprio si ha qualche dubbio telefonare la propria filiale e non cedere alla tentazione di premere il link contenuto in essa.