truffe onlineIl rischio di truffe online è sempre dietro l’angolo anche per gli utenti di gradi istituti bancari  come BNL, Sanpaolo e Unicredit. I tentativi di frode sono ormai all’ordine del giorno e bisogna imparare a riconoscerli e prevenirli se non si vuole mandare in fumo i propri risparmi. Le tecniche più utilizzate sono spesso il phishing, lo smishing e il vishing, molto diffusa anche la pratica della SIM Swap.

Come detto tra gli utenti più colpiti da queste truffe i titolari di conti di alcuni dei più importanti istituti di credito. I truffatori infatti, per rendere maggiormente credibili le truffe online, ne sfruttano il nome attraverso alcuni stratagemmi; è questo il caso del phishing, ecco come funziona.

Truffe online: ancora rischio di phishing per gli utenti di BNL, Unicredit e Sanpaolo

 

Il phishing è una pratica che consiste nell’inviare una falsa comunicazione da parte della banca; in questa email sarà presente un messaggio che spinga l’utente ad aprire il link allegato e inserire i propri dati personali. Tuttavia il link in questione rimanderà ad una pagina clone di quella della banca; qui, una volta inseriti i dati, si consegneranno le chiavi del proprio conto ai truffatori.

In questi casi le opzioni sono ben poche; la cosa migliore da fare è diffidare da qualsiasi comunicazione in cui si richiede l’inserimento di dati personali; tendenzialmente poi queste comunicazioni tendono sempre ad arrivare da caselle postali dal dubbio nome e sono contenti errori di battitura. Questo genere di email andrebbero, infine, segnalate presso la Polizia Postale che si occupa tra le altre, proprio della lotta alle truffe online.