fisco cartelle congelateDa molti anni lo Stato continua a lottare contro l’evasione fiscale e tutti i suoi evasori; proprio per questo motivo che il Fisco ha deciso di prendere provvedimenti a riguardo facendosi aiutare dall’Agenzia delle Entrate.

Entrambe hanno deciso di attuare un nuovo metodo creando un nuovo algoritmo: Risparmiometro; secondo le diverse comunicazioni, la lotta all’evasione si aprirà con il controllo accurato di tutti i conti correnti di Unicredit, Intesa San Paolo e BNL.

Fisco: ecco quali sono le sue intenzioni con i clienti di Unicredit, Intesa San Paolo e BNL

I clienti di Unicredit, BNL e Intesa San Paolo saranno accuratamente controllati da questo nuovo ed efficace metodo; secondo quanto dicono le indiscrezioni, questo nuovo algoritmo controllerà ogni conto corrente aperto analizzandone tutte le entrate e le uscite.

Una volta effettuate tutte le analisi necessarie, se i risultati mostreranno un discostamento pari o superiore al 20% saranno effettuati dei nuovi e più accurati controlli; se il risparmiometro rivelerà una fonte di guadagno illecita o addirittura non dichiarata, il proprietario del conto corrente sarà obbligato a risponderne in determinate sedi.

Leggi anche:  Controlli fiscali in aumento: ecco cosa succede ai clienti Unicredit

Ovviamente questo nuovo metodo non opererà da solo perché il Fisco ha pensato a tutto: per evitare che ci siano dei falsi positivi ci sarà affiancato un operatore umano; inoltre, anche la Guardia di Finanza ha deciso di collaborare a questa lotta perché saranno messi a disposizione tutti i dati presenti nel loro database: oltre 750 mila di conti correnti, le carte di credito di tutti i clienti e 670 milioni di rapporti finanziari.