bonifico truffaUn bonifico immediato è stato promesso a più riprese ai clienti iscritti all’interno delle realtà bancarie di Unicredit e Sanpaolo. I due istituti sono completamente estranei ai fatti ed hanno anzi rimarcato la loro rispettiva posizione dominante nei termini della sicurezza con una nuova informativa di allerta lanciata all’interno dei portali e delle app. Scopriamo insieme cosa sta succedendo e perché è stato richiesto l’intervento della Polizia Postale dopo l’individuazione del messaggio.

 

Bonifico fantasma: aspetterai invano, anzi passerai dei guai grossi a causa del messaggio

Promettono centinaia se non migliaia di euro gli hacker che hanno avuto la geniale idea di usare il phishing come arma di raccolta di massa per i crediti dei clienti delle banche. Gli ignari utenti finiscono nel giro della truffa che prende in ostaggio dati e soldi dai conti correnti e dalle carte. Il responsabile è un nuovo attacco di formjacking segnalato dalle autorità che ora lanciano una notifica di avvertimento generale all’attenzione della clientela.

Come si è ovviamente capito non c’è alcun bonifico bancario in arrivo. La linea che si percorre conduce allo svuota-conto veloce dei soldi presenti sul conto secondo questo schema:

  • ricezione della mail contraffatta
  • apertura del link sospetto
  • dirottamento presso un sito malevolo copiato
  • registrazione dei dati tramite form online

Giungere al click sul pulsante che immette i nostri dati sul server del malfattore è deleterio. Dovremo bloccare tutto e rifare i conti in banca nella speranza di poter recuperare qualcosa. Meglio diffidare sempre da simili messaggi, spesso pervasi da sgrammaticature evidenti e richieste fin troppo invadenti. Proteggetevi eliminando il messaggio, informandovi e segnalando l’accaduto alla banca ed alle autorità competenti.