banche unicredit bnl

I vari Istituti di Credito come ad esempio Unicredit, BNL, Intesa San Paolo e via dicendo potrebbero non avere più il diritto di chiudere un conto corrente all’improvviso in determinati casi. I consumatori che hanno un conto corrente aperto potrebbero non dover stare più con il timore di ricevere una raccomandata da parte della propria banca con la quale vengono avvisati dell’immediata chiusura del conto corrente. In questi casi non ci sarebbe più bisogno di aprire un altro conto corrente e trasferire l’intero saldo del vecchio conto corrente se questa nuova e recente proposta di legge viene approvata.

Ebbene sì, in rete sono numerosi gli utenti che discutono di questa nuova proposta con la quale si pensa a tutelare maggiormente i proprietari di un conto corrente, ma per il momento è ancora in fase di discussione presso la Commissione Finanze del Senato. Ecco quali sono le idee proposte.

Unicredit, BNL, Intesa e tutte le banche potrebbero non avere più il diritto di chiudere un conto corrente

Questa nuova e recente proposta di legge presentata è la 1712 e prevede diverse novità per quanto riguarda le varie banche, ma in particolare mira a tutelare maggiormente coloro che hanno deciso di aprire un conto corrente. Secondo le ultime indiscrezioni trapelate, infatti, si incentra in modo particolare sul diritto che hanno le banche in merito alla chiusura dei conti correnti definiti poco redditizi /e movimentati.

Al momento sono ancora in discussione tutti i punti di questa nuova proposta, dunque è necessario attendere delle comunicazioni ufficiali per saperne di più.