truffa UnicreditI clienti che hanno deciso di dare fiducia al gruppo bancario di Unicredit hanno cominciato ad avere dei dubbi sull’affidabilità dell’istituto. C’è da dire che l’autorevole banca non ha nulla a che fare con la nuova ondata di truffe che si è scatenata a partire da Capodanno.

Resta il fatto che conti correnti e carte di credito/debito ed addirittura prepagate sono a rischio per una manovra concepita da personalità esterne che agiscono per mezzo di comunicazioni che rispecchiano il carattere tipico del phishing. Quelle che potrebbero passare per semplici email informative sono trappole concepite con lo scopo di svuotare i soldi dei clienti inconsapevoli che hanno però scoperto nuovi modi per difendersi.

 

Unicredit: difendersi dal phishing è possibile con una serie di consigli utili

Il caso di Fineco e Sanpaolo ha richiesto un’adeguata presa di posizione contro i truffatori in erba che agiscono dietro le quinte di messaggi sospetti. Sono allarmanti e richiedono all’utente un intervento diretto all’autenticazione personale sul sito ufficiale. Si potrebbe pensare che non ci sia nulla di male ad inserire i propri dati in un form ma il link fraudolento che si accompagna al messaggio di testo è da tenere alla larga.

Si passa da una comunicazione pericolosa ad un vero e proprio tentativo di pharming che in molti hanno imparato a riconoscere. Con tale termine si indica la presenza di un sito spia che copia il portale originale di una società con lo scopo di estorcere dati e soldi. In genere presenta un form da compilare con le indicazioni delle generalità nonché delle importanti credenziali, necessarie per entrare nel proprio profilo finanziario.

Dopo la pubblicazione del documento di sintesi concesso da Unicredit Bank con il preciso scopo di evitare le truffe gli utenti hanno preso coscienza dei metodi di contatto e delle richieste fatte pervenire dall’istituto. In nessun caso messaggi simili possono passare per veritieri. Sono sempre delle fake news così come ci spiega la stessa banca tramite la nuova sezione sicurezza del sito ufficiale:

“Sono in circolazione diverse tipologie di email, inviate sotto falso mittente UniCredit, finalizzate a sottrarre in maniera fraudolenta dati personali e bancari (compresi numeri di carta, codici di accesso e dispositivi della Banca via Internet).

Le comunicazioni, attraverso svariate argomentazioni (Cartelle Equitalia, blocco carta, notifica di un pagamento o di un telegramma), inducono chi le riceve a cliccare sui link in esse contenuti e ad accedere ad un falso sito UniCredit”.