conti-correnti-truffa-banche-696x398Viviamo un’epoca in cui prospera la truffa del phishing ai danni di chi possiede un conto corrente o una semplice prepagata con Unicredit, Sanpaolo e BNL. I clienti sono sempre al centro dell’attenzione dei cyber criminali. Le tentano tutte pur di avere le credenziali necessarie per fare bonifici, prelevare agli sportelli e spendere i nostri soldi per comprare oggetti online.

Di recente ogni tentativo di frode telematica ai danni delle banche viene sgominata dall’uso dei token. Tutti noi li conosciamo come aggeggi in grado di generare un codice di sicurezza univoco e temporaneo. Senza quello è impossibile autorizzare le operazioni sul conto. Ma ultimamente la situazione è cambiata ulteriormente per sistemi che non passano più dalle componente fisiche ma piuttosto dal nostro smartphone. Diamo il benvenuto al nuovo sistema di autenticazione digitale in arrivo anche per Postepay e Postepay Evolution.

 

Leggi anche:  Disney+, attenzione alla truffa che gira su Facebook

Token digitale abbatte la truffa delle banche: Unicredit, Sanpaolo, BNL e tra non molto anche Poste Italiane al sicuro

La nuova strategia di difesa contro gli attacchi in banca non passa solo per l’autenticazione standard ed a due fattori ma per via digitale, grazie all’addio per i token fisici. Vanno finalmente in pensione a partire dallo scorso mese di settembre. Ogni utente è stato preventivamente avvisato con una notifica a partire dall’app e dal sito con cui si gestisce il profilo. Da ora in avanti sarà l’unico modo per accedere al conto. Spazio alla sicurezza e ad ulteriori possibilità, come quella di effettuare Prelievi Cardless veloci allo sportello.

Ciò comporta maggiori benefici nella gestione del conto. Si tratta di una misura obbligatoria cui tutti i clienti dovranno sottostare. Che ne pensi di questa recente modifica? Lasciamo spazio a tutti i tuoi personali commenti.