controlli-del-fisco

Da alcune settimane, ormai, sono partiti innumerevoli controlli fiscali destinati a combattere l’evasione fiscale dei proprietari di conti correnti Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL. L’operazione è effettuata in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate e prevede l’utilizzo di un nuovo strumento recentemente introdotto dal fisco.

E pur vero che ad oggi la tecnologia ha letteralmente tagliato le gambe agli evasori ma, nonostante ciò, sono ancora in molti ad evadere il fisco ogni giorno che passa. Proprio per questo motivo è stato introdotto il Risparmiometro, un potente strumento capace di scovare anche i migliori evasori. Scopriamo di seguito maggiori dettagli riguardo.

Fisco: avviati nuovi controlli sui clienti di Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL

Il Risparmiometro, lo strumento recentemente introdotto dall’Agenzia delle Entrate, si basa su un potente algoritmo capace di controllare tutte le entrate e le uscite dei conti correnti, analizzandole in tempo reale. Così facendo quindi, sarà molto più semplice scovare possibili incongruenze

Dopo aver effettuato un primo controllo, quindi, il Risparmiometro segnala all’Agenzia delle Entrate i casi a rischio, ovvero le situazioni in cui è presente uno scostamento tra entrate ed uscite superiore al 20%. Una volta scovati tutti questi possibili casi di evasione, quindi, sarà compito dell’Agenzia delle Entrate effettuare nuovi controlli in maniera più accurati cosi da evitare possibili falsi positivi.

In seguito ai controlli, quindi, Unicredit, Intesa SanPaolo e BNL dovranno mettere a disposizione delle autorità i dati relativi ad oltre 750.000 conti correnti e più di 670 milioni di rapporti finanziari presenti nei DataBase di queste ultime.