fisco

L’evasione fiscale rappresenta un vero e proprio problema per il nostro paese e al fine di abbatterla il Fisco ha previsto dei nuovi controlli sui conti correnti. In particolar modo quelli soggetti a tale operazione saranno quelli appartenenti agli utenti clienti di Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL. Grazie all’utilizzo di uno strumento, l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di  Finanza potranno subito cogliere chi evade e agire legalmente contro codesti.

Controlli a tappeto su tutti italiani: la ricchezza non inciderà sulle operazioni effettuate dal Fisco

I nuovi controlli che avverranno sui conti correnti colpiranno tutti gli italiani senza fare distinzione tra ricchi e meno ricchi. Secondo quanto assodato dalle forze dell’ordine, lo strumento prediletto per questa operazione sarà il risparmiometro ovvero un algoritmo in grado di analizzare le entrate e le uscite sui relativi conti e metterle a confronto. Questo strumento si basa su un principio molto semplice: se si dichiarano determinati redditi allora le ricchezze presenti sui conti personali saranno analoghe.

Leggi anche:  Controlli del Fisco: nuove verifiche sui conti correnti Unicredit

Una volta effettuata questa operazione, se il risultato della messa a confronto supererà un discostamento tra entrate e uscite pari o superiore al 20% i controlli avranno inizio. Per evitare ogni genere di errore, inoltre, al fianco del  risparmiometro vi saranno dei controlli incrociati effettuati da personale umano in grado di essere più accurato e più affidabile dell’algoritmo.

Segnaliamo infine che saranno presi in esame: conti correnti, carte di credito, libretti postali, titoli di stato, libretti di risparmio, polizze assicurative, fondi pensione, fondi di gestione collettiva del risparmio.