controlli-fiscali

Negli ultimi giorni si parla moltissimo di controlli fiscali che riguarderanno tutti i conti correnti Unicredit, BNL e Sanpaolo. I correntisti non potranno quindi più dormire tranquilli, rischiando verifiche selettive anche di eventuali depositi. Tutto questo nasce da una massiccia lotta all’evasione fiscale, fenomeno ricorrente nel nostro paese.

L’Agenzia delle Entrate guadagna quindi piena autonomia di controllo, grazie al Decreto Dignità. Ogni cittadino potrà essere quindi oggetto di una verifica con il redditometro. Questo potente algoritmo mette a confronto le dichiarazioni dei redditi con le spese che vengono sostenute. Se dovessero risultare anomalie, in base ad alcuni criteri che vedremo tra poco, saremo oggetti di un controllo. Con questa efficace metodologia sarà più semplice per il fisco sgominare eventuali fonti di reddito non dichiarate.

Controlli Fiscali: a rischio tutti i conti correnti Unicredit, BNL e SanPaolo

Come anticipato poco fa, con la sua nuova autonomia, l’Agenzia delle Entrate potrà controllare ogni cittadino con il redditometro. In queste verifiche selettive si studieranno approfonditamente le incongruenze tra la dichiarazione dei redditi e il tenore di vita del contribuente.

Leggi anche:  Canone Rai: ecco come fare per non pagare questa tassa

Qualora il nucleo familiare abbia un tenore di vita superiore del 20% o più rispetto alla precedente dichiarazione dei redditi, verranno richieste alcune prove documentali. Un incaricato si occuperà infatti di raccogliere le informazioni sugli acquisti effettuati.

il redditometro sarà in grado di valutare autonomamente le spese più importanti del contribuente. Per far scattare il controllo basterà ad esempio l’acquisto di un immobile di prestigio o un auto di lusso. Passeranno al vaglio dell’Agenzia delle Entrate anche i depositi bancari. Ingenti somme di denaro accumulate potrebbero infatti essere indice di un reddito non dichiarato.

Potrebbero essere valutate anche un’altra serie di spese del cittadino. Tra queste sono presenti: acquisti di prodotti tecnologici, animali domestici, spese per animali domestici, spese di abbigliamento, spese per collaboratori domestici, viaggi, cure mediche e spese per la cura della persona.