nuovi-controlli-fisco

Quando si parla di evasione fiscale in Italia, la questione è molto delicata. A questo proposito sono in arrivo nuovi controlli del Fisco sui conti correnti Unicredit, Sanpaolo e BNL. Gli accertamenti, gestiti dall’Agenzia delle Entrate, saranno molto più selettivi, tanto da far tremare gli italiani.

Gli evasori fiscali hanno ormai le ore contate e non potranno più dormire sonni tranquilli. L’introduzione del Decreto Dignità, conferisce all’Agenzia la possibilità di operare controlli a tappeto se vengono a crearsi determinati requisiti.

Nuovi controlli del Fisco: tremano i correntisti Unicredit, SanPaolo e BNL

Come anticipato l’Agenzia delle Entrate guadagna oggi piena facoltà di controllare il cittadino. Attraverso il redditometro verrà messo a confronto il valore della dichiarazione dei redditi con le spese sostenute. Questo permetterà di valutare eventuali incongruenze. Valutando questa proporzione sarà semplicissimo capire se il cittadino fa uso di altre fonti di reddito non dichiarate.

In particolar modo verrà valutato il tenore di vita del contribuente. Se questo dovesse superare del 20% o più il suo reddito, verrà immediatamente predisposto un controllo. Il cittadino dovrà così dimostrare con prove documentali come ha effettuato un acquisto. L’agenzia non controllerà solo il singolo contribuente, ma il tenore di vita del nucleo familiare.

Leggi anche:  Fisco: conti correnti Unicredit, SanPaolo e BNL sotto indagine

Il redditometro analizza era solo le spese più importanti, come ad esempio l’acquisto di un immobile o di un autovettura di lusso. Se siete soliti lasciare ingenti depositi bancari potreste anche in questo caso essere oggetti di un controllo. Si potrebbe infatti sospettare una fonte di sostentamento non dichiarata.

Tra le categorie che faranno scattare l’allerta dell’Agenzia delle Entrate ci sono inoltre: acquisti tecnologici, spese per la casa, spese per animali domestici, viaggi, salute, spese per collaboratori domestici.