truffe unicredit bnl sanpaolo money mules

Da alcune settimane i clienti dei principali istituti bancari italiani sono stati presi d’assalto da centinaia e centinaia di e-mail Phishing il cui unico scopo è quello di derubarli dei propri dati di accesso alle piattaforme bancarie. In particolare gli utenti ad essere maggiormente colpiti da hacker e Cyber criminali sono i correntisti di UniCredit, Intesa SanPaolo e BNL. Le caselle di posta elettronica di questi ultimi, infatti, sono state riempite da spam indesiderato che, di fatto, riesce facilmente ad aggirare i filtri offerti dai principali client mail. Scopriamo di seguito ulteriori dettagli a riguardo.

Clienti UniCredit, Intensa SanPaolo e BNL sotto attacco: attenzione alla truffa che parla Privacy

Nel corso del 2019 i correntisti italiani si sono spesso scontrati con molteplici tentativi di phishing legati a falsi blocchi dei conti correnti. Con l’arrivo del 2020, però, pare che l’operato dei Cyber criminali sia stato completamente modificato. Ad oggi, infatti, le e-mail Phishing citano un ipotetico aggiornamento dei propri dati e dalla privacy. Ecco di seguito il messaggio ricevuto da migliaia di utenti: “Durante il 2018 e il 2019, abbiamo lavorato costantemente per aggiornare i nostri processi e la nostra sicurezza in modo da essere conformi al Regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD), la nuova legge europea in materia di protezione dei dati che entrerà in vigore il 17 gennaio 2020.”. 

Nello screenshot soprastante è quindi possibile notare come gli hacker fingono di rappresentare la propria banca, in questo caso BNL. Attraverso un messaggio molto curato, quindi, questi ultimi spingono gli utenti a cliccare sui link esterni presenti nel testo che, di fatto, rimandano a portali fake delle banche.