controlli fiscali evadere fisco

Le recenti manovre politiche che negli ultimi mesi hanno interessato il nostro paese secondo alcune indiscrezioni avrebbero dato il via a dei nuovi controlli fiscali su centinaia di migliaia di conti correnti Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL. Secondo quanto affermato dalle autorità, infatti, il fisco Italiano ha avviato una procedura inaspettata atta a combattere gli evasori fiscali che da anni dichiarano il falso lavorando in nero e non pagando neanche un centesimo di tasse. A farla da padrone in questa maxi operazione, però, sarà un nuovo strumento introdotto dal fisco in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate. Stiamo parlando del Risparmiometro. 

Stando a quanto riportato, quindi, i primi controlli verranno effettuati sui clienti di BNL e di Intesa Sanpaolo. Successivamente, però, questi ultimi si estenderanno  ai correntisti Unicredit. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Fisco: in arrivo il Risparmiometro, addio all’evasione fiscale

Alle spalle del nuovo strumento introdotto dal fisco si nasconde un potente algoritmo che permetterà di analizzare nei minimi dettagli qualsiasi movimento effettuato sui conti correnti degli Italiani. Il Risparmiometro offrirà quindi alle autorità la possibilità di analizzare velocemente tutte le entrate e le uscite dei conti sottoposti a controllo.

Ovviamente c’è la possibilità, anche se minima, che il Risparmiometro possa commettere degli errori. Per questo motivo, quindi, al fine di evitare dei falsi positivi il fisco ha deciso di effettuare un secondo controllo molto più approfondito esclusivamente sui conti correnti che hanno presentato uno scostamento tra entrate e uscite superiore al 20%. Cosi facendo, quindi, chiunque abbia evaso il fisco negli ultimi anni quasi sicuramente verrà stanato.