Intesa Sanpaolo e Cariparma: le banche truffate, scomparsi migliaia di euro in un’ora

Intesa Sanpaolo è solo l’ennesima banca finita all’interno di una problematica molto comune che sarebbe quella dei tentativi di phishing. Purtroppo tanti utenti avrebbero perso soldi durante le ultime ore avendo creduto ad un messaggio recapitato loro tramite la casella e-mail.

Ovviamente la banca non c’entra nulla in tutto questo e non bisogna in alcun modo cliccare sul link riportato alla fine del testo.

 

Intesa Sanpaolo: gli utenti hanno paura di questo messaggio, state molto attenti

Anche questa volta gli utenti avranno a che fare con un messaggio molto ambiguo che sembrerà arrivare dalla loro banca di appartenenza. In realtà non è così, visto che si tratta solo di un’idea da parte dei truffatori per accedere ai conti correnti.

Gentile Cliente,
Siamo spiacenti di informarvi che abbiamo deciso di sospendere le vostre operazioni sul nostro sito e sulla vostra carta poichè avete ignorato la precedente richiesta di conferma della vostra identità e di attivazione dei servizi DSP2 che è ormai la norma europea.
Per poter riutilizzare la sua carta si prega di confermare le informazioni rilasciate sul nostro sito al momento della sua registrazione.
La procedura può essere completata cliccando sul link sottostante, che la porterà sul nostro sito nella sezione dedicata alle verifiche.
L’aggiornamento di un giorno obbligatorio.
Ti ringraziamo in anticipo per il tempo che ci dedicherai.
Per iniziare:
  CLICCA QUI  
Le ricordiamo che finché la verifica non viene effettuata, lei non sarà in grado di :
  • Effettuare prelievi al bancomat o su POS.
  • Effettuare ricariche.
  • Effettuare pagamenti online o su POS.
  • Effettuare bonifici bancari .