ea-hacker-rubato-codice-sorgente-fifa-21

Il produttore di giochi Electronic Arts e il dipartimento di polizia nel Maine si stanno occupando del furto di gigabyte di dati privati ​​da parte di hacker che hanno violato le loro reti connesse a Internet.

Nel caso di EA, il furto include 780 GB di codice sorgente e strumenti per FIFA 21, secondo un post pubblicato all’inizio di questa settimana su un forum criminale clandestino. La persona che ha pubblicato il post, con il nome utente Leakbook, si è offerta di vendere i dati. Il post non ha detto come è stato ottenuto il codice sorgente, ma in una dichiarazione, i funzionari di EA hanno affermato che la società ha subito una compromissione della rete che ha permesso ad un intruso di fuggire il codice sorgente del gioco.

EA e la polizia di Presque Isle sono occupati con gli attacchi hacker

Quasi 200 GB di dati privati ​​appartenenti al dipartimento di polizia di Presque Isle sono stati scaricati online da un gruppo di ransomware noto come Avaddon. Il dipartimento di polizia è stato violato il 18 aprile e ha avuto 10 giorni per pagare un riscatto. Il dipartimento è stato in grado di ricostruire la propria rete utilizzando i backup dei dati e ha rifiutato di pagare.

All’inizio di questa settimana, Avaddon ha concretizzato le sue minacce pubblicando i dati sul suo sito Web ospitato sul dark web. Il bottino include 15.000 e-mail, secondo il sito di leak Distributed Denial of Secrets, che sta mettendo i dati a disposizione di giornalisti e ricercatori.

I file documentano episodi di violenza domestica, taccheggio e aggressione fisica e in molti casi fornivano numeri di telefono, indirizzi e altri dati personali informazioni appartenenti a vittime e imputati. Gli attacchi che hanno colpito EA e il dipartimento di polizia di Presque Isle sono le ultime manifestazioni di una piaga che sta diventando più pericolosa che mai.