WhatsApp: come possono rubare il vostro account in pochi passi, interviene la Polizia

Ci sono tante situazioni che portano spesso gli utenti a dubitare anche delle applicazioni più famose e all’apparenza protette. Tra queste ci va di diritto anche WhatsApp, piattaforma utilizzata tutti i giorni dagli utenti per la messaggistica istantanea.

Non sarebbe la prima volta che perdemmo notizie discordanti in merito alla sicurezza di questa applicazione, la quale infatti potrebbe indirettamente a creare qualche problema. Durante l’ultimo periodo una nuova truffa sarebbe addirittura in grado di rubare il vostro account, semplicemente ottenendo il codice di autenticazione all’accesso su WhatsApp Web. Proprio per questo la polizia di Stato ha deciso di intervenire con un comunicato ufficiale, il quale cerca di mettere in guardia gli user.  Chiaramente invitiamo tutti a segnalare questa tipologia di truffa, ricordando di non concedere mai a nessuno il proprio codice di conferma utile per entrare all’interno dell’applicazione né in versione web né in versione desktop.

 

WhatsApp: la polizia di Stato mette in guardia gli utenti dal furto del loro account personale

Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire uncodice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.
L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà
”.”