truffe

Ancora grande apprensione per i possibili tentativi di truffe che coinvolgono gli utenti delle principali banche italiane. Una serie di correntisti con profilo attivo con Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL sono esposti ad importanti tentativi di phishing da parte di malintenzionati della rete e di cybercriminali.

 

Truffe, quali i rischi per i clienti Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL

Gli utenti devono prestare particolare attenzione soprattutto alle mail e SMS fasulli. I malintenzionati inviano ai clienti di BNL, Unicredit e Intesa Sanpaolo una serie di finti messaggio che hanno i seguenti oggetti: suchiusura del conto o spese non realmente effettuate con carta di credito o di debito.

Catturando l’attenzione dei lettori, con messaggi dal dubbio valore, i cybercriminali cercano di spingere il pubblico a cliccare su link in allegato all’SMS o alla mail fake.

Le intenzioni dei truffatori con queste comunicazioni fasulle sono molto chiare. Nella maggior parte dei casi, i malintenzionati si limitano al rubare le informazioni riservate dei clienti BNL, Unicredit, Intesa. Questi dati saranno utili per una rivendita successiva a call center o aziende terze.

In alcuni casi, sempre i truffatori potrebbero anche attivare una serie di servizi a pagamento. Nel corso delle precedenti settimane, molti clienti di TIM, Vodafone e WindTre hanno riscontrato simili problemi, talvolta arrivano a credito azzerato nel giro di pochi giorni.

La vera mira dei cybercriminali è però quella dei risparmi. Proprio attraverso queste truffe, infatti, i malintenzionati riescono anche a copiare le credenziali home banking delle vittime. Con le credenziali home banking, costoro riescono in ultimo termine ad accedere ai risparmi delle vittime.