luce e gas

Le utenze che a fine mese gli italiani si ritrovano a pagare più malvolentieri sono senza dubbio luce e gas, i due importi a fine mese infatti, spesso sono davvero alti e obbligano i nuclei famigliari a esborsi non indifferenti onde evitare fastidiosi distacchi e diffide che altro non portano se non more e dunque altri somme da dover corrispondere.

Ovviamente in questo clima la parola d’ordine diventa il risparmio, tutti gli utenti ovviamente desiderano spendere meno, soprattutto per non ritrovarsi a fine mese con l’acqua alla gola, in virtù anche del periodo difficile che stiamo passando.

Alcuni trucchi semplici ma efficaci

Per abbassare gli importi a fine mese la parola d’ordine che si traduce in importi più bassi è attenzione, un uso infatti attento dei due servizi è indispensabile per non far lievitare troppo i costi, soprattutto quando si tratta della corrente elettrica, la quale richiede quasi un uso ottimizzato degli apparecchi.

Il consiglio da cui iniziamo è infatti quello di utilizzare le utenze in questione solo se davvero necessarie e di interromperne l’uso non appena non più necessarie, ciò si traduce nell’usare l’acqua calda solo se davvero indispensabile e nello spegnere le luci una volta finito il compito nell’ambiente occupato.

Restando sempre in tema di luce, prendete anche in considerazione l’idea di spegnere i dispositivi elettronici completamente piuttosto che metterli in standby, dal momento che in tal caso il consumo di corrente cala solo leggermente, dal momento che componenti interne e led di notifica restano accesi.

In aggiunta a ciò vi consigliamo anche, a fronte di un piccolo investimento iniziale, sia di fare una manutenzione dell’impianto elettrico, dal momento che una migliore efficienza corrisponde a consumi più bassi, sia di passare a fonti di illuminazione a basso consumo, le quali durante l’anno vi ripagheranno dell’investimento.