truffe unicredit bnl sanpaolo money mules

GLI SMS truffa restano una delle minacce più rilevanti per i correntisti di BNL, Unicredit ed Intesa Sanpaolo. Circolano con insistenza alcuni messaggi, fatti circolare ad hoc da alcuni malintenzionati per ingannare i lettori ed ,in alcuni casi, anche per rubare risparmi dai conti correnti.

 

BNL, Intesa, Unicredit: gli SMS truffa ed i pericoli per i risparmi

Nella maggior parte dei casi, gli SMS truffa che portano la finta firma di BNL, Unicredit ed Intesa cercano di attrarre l’attenzione dei lettori con comunicazioni sensazionalistiche. Un esempio è il blocco (ovviamente non veritiero) del conto corrente. Un altro caso è dato dalle modifiche inerenti i pagamenti elettronici, con le nuove norme PSD2.

In ogni caso, coloro che ricevono gli SMS truffa sono indirizzati su link. Il click sul link si rivela fatale per il pubblico: proprio grazie a questo passaggio, i malintenzionati riescono a mettere in atto il loro tentativo di phishing. 

Nella migliore delle occasioni, il tentativi di phishing è utile ai cybercriminali per rubare dati personali dei correntisti BNL, Unicredit, Intesa: questi dati personali saranno utilizzati per fini economici. In alternativa, questi SMS portano all’attivazione in automatico di servizi a pagamento sul proprio profilo tariffario. Già tanti clienti di TIM, Vodafone e WindTre hanno avuto anomalie con il loro credito residuo.

L’evenienza peggiore è quella relativa ai propri risparmi. Una delle finali degli SMS truffa è quella di rubare le credenziali home banking dei lettori. In tale circostanza ci potrebbero essere anche dei furti dai conti correnti BNL, Unicredit, Intesa.