blank

La tecnologia come ben sappiamo è sempre in costante stato di evoluzione, ad ogni livello, quindi anche nel mondo delle connessioni e delle reti, le quali a breve vedranno l’avvento della rete dati di quinta generazione, il 5G, il quale porterà con se tante innovazioni ed un livello prestazionale mai visto prima.

Ciononostante però, neanche il tempo di arrivare che già i tecnici e i ricercatori stanno iniziando a guardare avanti, cosa che si ovviamente si traduce in un nome specifico, il 6G, quella che in futuro sarà lo standard di sesta generazione che in teoria dovrebbe introdurre delle prestazioni a dir poco mostruose.

In Cina si gettano le basi

Il Chinese Ministry of Science and Technology stando alle ultime news, avrebbe avviato i primi progetti in merito al 6G, istituendo due team dedicati che dovranno capire bene quali saranno i vantaggi della rete dati del futuro e soprattutto come applicarli.

L’evoluzione tecnologica non si ferma e quindi i primi progetti in merito al 6G non si fermano, secondo i primi studi la rete di sesta generazione dovrebbe arrivare ad offrire una velocità senza precedenti, che almeno teoricamente dovrebbe arrivare ad avere una velocità ben 8000 volte superiore rispetto a quella attuale, cosa che in soldoni si tradurrebbe in 1Tb al secondo in download.

Il Dr. Mahyar Shirvanimoghaddam, docente presso l’Università di Sydney, ha dichiarato che in futuro grazie a questa potentissima connessione, si potrebbe tranquillamente arrivare a controllare e quindi a interagire con i dispositivi attraverso il proprio cervello, traguardo ultimo della ricerca in questo senso.