Apple, MacBook, MacBook Pro 16, teardown, iFixit

Apple ha da poco presentato al mondo intero il nuovissimo MacBook Pro da 16 pollici che ha mandato in pensione la versione con display da 15 pollici. Questo notebook non è solo un semplice upgrade della generazione precedente, ma introduce anche alcune novità sostanziali.

I ragazzi di iFixit infatti hanno analizzato la nuova tastiera che abbandona il design a farfalla in favore di uno a forbice. Questo cambiamento dovrebbe andare a risolvere una volta per tutte il problema dell’usura delle testiere e dei problemi di digitazione.

Tuttavia le novità che emergono in seguito allo smontaggio del device sollevano alcune perplessità. La nuova tastiera è fissata alla scocca in maniera salda, rendendo impossibile separarla. A detta di Apple questa volta non si dovrebbe rompere nessun componente, ma la stessa cosa valeva anche per la tastiera a farfalla.

Alcune componenti secondarie sono modulari, mentre elementi importanti come processore, RAM e memorie di sistema sono saldate alla scheda madre. Tutti gli elementi essenziali come batteria, speaker e Touch Bar sono incollati alla scocca, rendendo difficile la loro sostituzione. Il Touch ID che funge anche da tasto di accensione è collegato direttamente alla scheda madre, comportando un problema in più nelle riparazioni.

Tutti questi elementi hanno ripercussioni negative sul giudizio di riparabilità del nuovo MacBook Pro di Apple. Come si può leggere nel report stilato da iFixit, il notebook ha totalizzato un solo punto su 10, risultando estremamente difficile da riparare. Si tratta di un valore estremamente negativo che stona con quanto è riuscita a fare Microsoft sul Microsoft Surface Laptop 3.