Microsoft, Surface Laptop 3, iFixit

Le giornate dei ragazzi di iFixit sono state particolarmente piene. Infatti oltre al teardown di Microsoft Surface Laptop 3 in questione, è arrivato anche lo smontaggio del Google Pixel 4 XL. Se lo smartphone di Mountain View non ha sorpreso più di tanto per la costruzione interna, il laptop di Redmond invece ha lasciato tutti a bocca aperta.

Il Surface Laptop non rinuncia a nessuna componente pur mantenendo un design sottile e leggero. Inoltre, Microsoft si prende una piccola rivincita dopo che la prima versione del Surface Laptop aveva incassato un tremendo 0 come punteggio di riparabilità.

Questa volta invece, il team di iFixit ha sancito che il device ottiene un punteggio di 5 su 10, dove 10 è un device estremamente facile da riparare. Non è una sufficienza piena, ma è un ottimo miglioramento rispetto al passato.

iFixit ha smontato il Surface Laptop 3 di Microsoft

Le motivazioni di questo punteggio sono da ricercare nella disposizione intelligente delle componenti interne a cui si somma anche l’utilizzo di viti tutte di un unico standard, anche se piuttosto inusuale. Va sottolineato che l’unità SSD M.2 è di facile accesso e facilmente sostituibile. Anche l’accesso al display è stato semplificato ma il pezzo è sempre molto costoso e comporta il dover sostituire anche tutti i sotto-componenti.

Purtroppo una nota negativa è la costruzione a strati. Se da un lato molte componenti sono modulari dall’altro lato è difficile arrivarci. Inoltre la batteria è incollata in maniera molto salda alla scocca, rendendo estremamente difficile rimuoverla.

Sommando aspetti positivi e negativi, è possibile affermare che si bilanciano perfettamente. Microsoft ha dimostrato di avere le potenzialità per creare macchine performanti e al tempo stesso ottimamente disegnate, ma può fare ancora meglio.