4G-falla

Recentemente alcuni ricercatori sono andati a fondo sulla tecnologia 4G e, inaspettatamente, hanno scoperto una gravissima falla di sicurezza al suo interno. Ad oggi, infatti, milioni di consumatori in tutto il mondo sono a rischio. In Italia, in particolare, tutti gli utenti di Tim, Wind, Tre, Vodafone, Iliad e di qualsiasi operatore virtuale rischiano di essere spiati da un momento all’altro.

Attualmente, purtroppo, soluzioni concrete al disagio non esistono. Per tornare in sicurezza, infatti, gli utenti dell’intero pianeta dovranno obbligatoriamente migrare verso la nuova rete 5G che, a quanto pare, adotta degli standard di sicurezza molto più elevati. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

Falla 4G: milioni di utenti costretti al passaggio al 5G

Anche se apparentemente può sembrare una scusa degli operatori telefonici per spingere gli utenti a passare al 5G, in realtà la falla esiste realmente ed è stata già confermata dai maggiori esperti del settore che hanno mostrato non poche paure per le conseguenze che quest’ultima potrebbe avere sugli utenti.

Secondo questi ultimi, infatti, il bug di sicurezza è così pericoloso da essere radicato alla base della rete 4G e, contemporaneamente, diffuso in ben 3 protocolli diversi che hanno il compito di stabilire la connessione ad internet. Attualmente, quindi, l’unica vera soluzione è quella di passare al 5G il prima possibile.

Ricordiamo infatti che, in questo momento, utilizzando la rete 4G si rischia di subire uno dei seguenti attacchi informatici:

  • rilevazione della posizione del gps;
  • ascolto delle chiamate;
  • trafugamento di dati personali;
  • invio di falsi allarmi;
  • furto di identità.