6G

Dal prossimo anno gli utenti di tutto il mondo, ma in particolare i clienti di Tim, Wind, Tre e Vodafone, potranno toccare con mano la nuova rete mobile 5G. Anche se la maggior parte delle antenne non sono state ancora accese, però, Huawei, il colosso della telefonia Cinese, sta già pensando al futuro. Mentre in tutto il mondo si parla del 5G, quindi, la Cina ha già iniziato i lavori per la rete 6G. Ren Zhengfei, CEO e fondatore di Huawei, ha infatti dichiarato che all’interno dell’azienda è stata attivata una prima fase di ricerca relativa alle infrastrutture impiegate nello sviluppo della nuova rete.

Nonostante quindi la rete 5G promette di raggiungere velocità mai viste prima, a quanto pare il colosso cinese è a lavoro su delle tecnologie futuristiche che hanno bisogno di velocità ancor più elevate. Scopriamo di seguito i dettagli.

Huawei Labs: al via la ricerca per la nuova rete 6G

Secondo le prime indiscrezioni, quindi, le prime ricerche relative al 6G sono state avviate dai famosi Huawei Labs Canadesi, ovvero dei veri e propri centri dedicati alla ricerca e allo sviluppo di nuove tecnologie. Attualmente, però, non esiste ancora nulla di concreto tant’è che si parla ancora di una fase teorica.

E’ pur vero, però, che recentemente i Huawei Labs hanno ricevuto un investimento di oltre 2 miliardi di dollari che come avvenuto per il 5G, gli permetterà di studiare a fondo la nuova rete 6G e di risolvere tutte le complicanze che seguiranno nei prossimi anni.

Nonostante Huawei sia già al lavoro sul 6G, quindi, molto probabilmente non vedremo questa tecnologia sui nostri smartphone prima del 2030.