Chi pensa che registrare le chiamate telefoniche dei clienti Tim, Vodafone e Wind Tre sia un’azione illegale si sbaglia di grosso. Con l’avanzamento della tecnologia, al giorno d’oggi si possono fare tante cose e tra queste quella di registrare una chiamata. Infatti, eseguire tale operazione è assolutamente legale, a patto che l’altro interlocutore sia informato.

Per effettuare la registrazione nel rispetto della legge, la conversazione non deve essere divulgata a persone terze. I clienti che desiderano eseguire la registrazione possono affidarsi in questo momento a tre applicazione che risultano essere molto soddisfacenti.

 

Le 3 app che permettono di registrare le chiamate

Le applicazioni da scaricare assolutamente sono: Cube Call Recorder ACR, Call Recorder e TapeACall.

La prima applicazione riesce a registrare non solo le chiamate che si ricevono sul proprio smartphone, ma anche le chiamate che si ricevono tramite i social network. Coloro che ricevono una chiamata ad esempio su WhatsApp, Telegram, Skype e Messenger possono effettuare la registrazione.

Leggi anche:  Wind e 3 superano Vodafone e Tim: le offerte 4.5G arrivano in queste città

La seconda applicazione è scaricabile gratuitamente tramite il Google Play Store (per smarthone Android) e l’App Store (per iphone). Prima di iniziare ad utilizzare l’applicazione, gli utenti devono completare alcune autorizzazioni rilasciate la prima volta che si fa l’accesso.

La terza ed ultima applicazione è un pò differente rispetto alle precedenti, visto che quest’ultima è divisa in due versioni: una completamente gratuita che permette di registrare soltanto una parte della conversazione, ovvero 60 secondi, ed un’altra al costo di 9,99 Euro senza alcuni limiti di registrazione. Per registrare le chiamate che si ricevono in entrata, i clienti dovranno prima rispondere alla telefonata e poi aprire l’applicazione.