microsoft

Microsoft ha pubblicato questa settimana un case study dal Microsoft IT Showcase che mostra come la società stia spostando i 14.000 dipendenti di LinkedIn in Office 365.

I funzionari dell’unità Microsoft Engineering Services and Operations (CSEO) di Core Services riconoscono la società “necessaria per ripensare alcuni dei nostri precedenti approcci di integrazione“, quando si trattava di LinkedIn, che Microsoft ha acquistato nel 2016 per 26,2 miliardi. L’obiettivo era “bilanciare l’autonomia dei dipendenti di LinkedIn” spostandoli dai servizi Google e su Office 365.”

Non è stato un caso semplice per la società, nonostante l’imperativo di forzare il passaggio su Office 365, come chiarisce lo studio del caso. Secondo quanto riportato all’interno dello studio:

Per ottenere una risposta positiva, dovevamo acquisire una profonda comprensione delle differenze nelle nostre culture organizzative e sviluppare un approccio che integrava i punti di forza di entrambe le organizzazioni. Abbiamo deciso quindi di aiutare i dipendenti di LinkedIn ad accedere e utilizzare le risorse Microsoft in un modo che ha meglio supportato, o addirittura migliorato, il business di LinkedIn.

Gli obiettivi finali di Microsoft consistevano nel migrare tutti i dipendenti di LinkedIn in Microsoft Outlook, Outlook Calendar and Teams e scartando Gmail, Google Calendar e Google Hangouts. La prima fase è iniziata con tutte le e-mail scambiate prima di dicembre 2016. La fase successiva consisteva nel migrare tutte le e-mail, i contatti, le attività e gli appuntamenti del calendario. Next up ha spostato LinkedIn da Hangouts e Teams, che il case study definisce “un successo, con un alto tasso di adozione dei dipendenti di LinkedIn”.

“I dipendenti di LinkedIn erano abituati a eseguire determinate attività in Google Calendar che non erano facilmente ottenibili in Outlook”, hanno riconosciuto i funzionari CSEO.

Leggi anche:  Apple lancia la nuova Smart Keyboard Folio: funzioni simili alla Surface Cover

 

Il passaggio definitivo ha richiesto molti sforzi

Ad esempio, con Google Calendar, gli utenti di LinkedIn possono facilmente prenotare più stanze in più edifici contemporaneamente. Questa operazione non è stata così semplice nella nostra implementazione di Outlook. Per garantire un’esperienza utente coerente, il team di migrazione di LinkedIn ha utilizzato le API disponibili per creare un nuovo strumento di Outlook che i dipendenti possono utilizzare per prenotare più sale  conferenze.”

La prossima sfida affrontata dal team di integrazione del CSEO è stata la fornitura di app di Office 365 a tutti i dipendenti di LinkedIn, definiti “utenti appassionati di Google Docs“. I dipendenti cercavano la semplice collaborazione online a cui erano abituati. Microsoft ha implementato un piano di formazione e migrazione che includeva il monitoraggio dell’utilizzo per individuare eventuali punti da dover modificare nel software.

Inoltre gli inserzionisti che utilizzano la piattaforma Bing Ads ora potranno indirizzare i dati da LinkedIn, secondo quanto riportato dalla società questa settimana.