elon musk
Elon Musk, CEO di Tesla

Elon Musk fa marcia indietro: dopo alcune dichiarazioni spinose rilasciate durante un’intervista il CEO di Tesla vuole fare chiarezza affermando che Apple è un’azienda degna di ammirazione e di stima.

Che si tratti di una mossa astuta e ben studiata per frenare le critiche sul suo conto non ci è dato saperlo, ma quel che è certo è che Elon Musk, che qualche giorno fa si è lasciato andare a dichiarazioni poco felici in merito a Apple, ha fatto marcia indietro. Il CEO di Tesla ha voluto precisare che l’azienda di Cupertino è degna di stima e di ammirazione, pur non promuovendo alcune sue scelte in ambito tecnologico.

La dichiarazione arriva in seguito ad un’intervista rilasciata per un quotidiano tedesco in cui Elon Musk ha ironizzato su Apple definendola “il cimitero di Tesla”. Il colosso di Cupertino è infatti al lavoro anche nel settore delle automobili e tra i vari ingegneri assunti vi sono diversi ex dipendenti di Tesla. Interrogato al riguardo, Musk si è lasciato andare a dichiarazioni che hanno subito scatenato le critiche da ogni parte del globo, affermando che Apple è il luogo di lavoro in cui devi recarti se non riesci ad andare avanti in Tesla.

La cosa però non si è fermata qui ed è andata avanti. In seguito alle critiche ricevute in merito a quest’intervista, il CEO di Tesla ha voluto esprimere il proprio parere, oltre che sull’ingresso di Apple nel mondo delle automobili, anche sui propri prodotti nel campo degli smart devices. Ed è in quest’occasione che Elon Musk ha voluto precisare di non odiare assolutamente Apple, ma anzi di stimarla come compagnia e di amare molto i suoi smartphone e tablet. Lo stesso non si può dire però dell’Apple Watch: lo smartwatch della mela morsicata non ha catturato la simpatia di Musk, che ha dichiarato: “Jony e il suo team hanno creato un design bellissimo, ma la funzionalità non è al momento irresistibile. Per la terza versione, lo sarà.”

Dichiarazioni più gentili, ma che lasciano intendere ancora una vena di rivalità da parte di Elon Musk. Per molti queste dichiarazioni sono solo un modo, come si suol dire, di tirare acqua al proprio mulino e contrastare Apple e il suo ingresso nel settore automobilistico, ma per altri sono decisamente fuori luogo dato che la prima Apple Car, secondo le voci, non arriverà prima del 2020.

Leggi anche:  Apple: rilasciato iOS 11.2, ecco quali sono i problemi che risolve