La notizia diffusa da Mosca che avrebbe individuato laboratori di armi chimiche e batteriologiche sul suolo dell’Ucraina, definendoli un grave pericolo per l’umanità.

Armi chimiche e batteriologiche: Putin intende abbattere i laboratori uno per uno

 

Al momento da Mosca pare non esserci intenzione di un dietro front. Le operazioni continuano giorno e notte e non è dato sapere quanto ancora potranno durare.

Fonti Russe affermano che l’operazione di demilitarizzazione dell’Ucraina ha previsto casi di ripetuti bombardamenti sugli stessi punti, con l’obbiettivo di distruggere dei laboratori sotterranei.

Il Cremlino ha affermato che, nel territorio Ucraino, erano e sono presenti diversi laboratori di armi chimiche a batteriologiche. Diversi gli studi in corso, che costituiscono in grave pericolo per la salute pubblica locale e mondiale secondo Mosca.

Alcune indiscrezioni suggeriscono che per abbattere questi obbiettivi si utilizzino delle bombe termobariche. Più distruttive delle armi convenzionali hanno la capacità di creare una reazione chimica, associata a una combustione rapida e violenta, tra un combustibile e l’ossigeno circostante, eliminando quindi qualsiasi presunto batterio o virus in questi centri di ricerca.

 

Laboratori Ucraina: Informazioni che fanno riemergere i ricordi degl’ultimi due anni

 

Dopo due anni di Pandemia solo a parlare di pericoli legati ad armi chimiche o biologiche verrebbe da rabbrividire, ma questo è il monito che Mosca ha lanciato per mettere in guardia il mondo.

Al momento le origini del Covid-19 sono avvolte ancora dal mistero. Non possiamo dimenticare, il momento in cui l’intelligence Americana esordi a gran voce puntando il dito contro la Cina.

La Cina che secondo gli 007 Usa avrebbe studiato il virus poi sfuggito, per incuria delle procedure dei laboratori. Al tempo si scateno un grande dibattito etico sugli studi e ricerche in merito ad agenti patogeni.

Un pericolo che il mondo in questo momento non può permettersi di correre nuovamente, al quale Mosca dice di voler porre rimedio, accusando Europa e Stati Uniti di aver contribuito finanziariamente alla realizzazione di questi pericolosi laboratori.

Se questo articolo ti è piaciuto potresti dare un occhiata a: Come salvarsi da una guerra nucleare!

Mirko Pili
Autore Tecnoandroid con la passione per l'informatica. Ragioniere e perito commerciale mi occupo di Trading e commercio online.