jeff-bezos-immortalità-amazon

Invecchiare è sostanzialmente una paura in comune a tutti, ma spesso quelli che più di tutti temono il tempo che scorre sono i più ricchi. Di storie di uomini facoltosi che hanno provato di tutti per allungare la propria vita ce ne sono molte, ma si tratta di romanzi, leggende, film e altro ancora. Jeff Bezos ha deciso di puntare a questo nuovo obiettivo, forse non così impossibile visto i suoi recenti successi nel raggiungere lo spazio.

Jeff Bezos, fondatore di Amazon e che di recente ha fatto un passo indietro rispetto al controllo della compagnia, ha iniziato a investire pesantemente in Altos Labs, una giovane start-up che mira a combattere l’invecchiamento cellulare. Nello specifico si parla di riprogrammare la biologia dell’organismo attraverso esperimenti di laboratorio.

 

Jeff Bezos non vuol invecchiare

Per sottolineare quando è giovane questa società, è stata fondata solo nella primavera di quest’anno, ma ha già ricevuto fondi importanti da altri ricconi, proprio come Jeff Bezos. La tecnologia su cui vogliono puntare è stata scoperta da un premio Nobel che di fatto collabora con Altos Labs, Shinya Yamanaka. Sarà interessante vedere tutto questo a cosa portare anche se ovviamente il fondatore di Amazon ora si è attirato addosso nuove critiche.

Il discorso è sempre lo stesso, Jeff Bezos si è arricchito con Amazon portando avanti una politica nei confronti dei lavoratori particolarmente dura. Soprattutto nella pandemia la situazione negli Stati Uniti è peggiorata e usare soldi guadagnati sulle spalle dei lavoratori per hobby frivoli non fa piacere. C’è da che se le scoperte serviranno a tutti e non solo ai super ricchi, lo si può giustificare.