Apple, Apple Watch, COVID-19, Coronavirus,

Grazie alle sue funzionalità avanzate, Apple Watch può essere considerato un vero e proprio dispositivo salvavita. I casi in cui lo smartwatch si è rivelato fondamentale per un intervento tempestivo sono numerosi. In questi giorni la lunga lista delle persone salvate dall’orologio smart si è allungata ulteriormente.

Stando a quanto emerso in rete in queste ore, il protagonista della vicenda è William Rogers. L’insegnante americano infatti stava pattinando sul ghiaccio sul fiume Salmon Falls nei pressi di Somersworth (New Hampshire).

Ad un certo punto, il giacchio ha ceduto facendo precipitare l’uomo nell’acqua gelida. Tutti i tentativi di risalire a riva erano inutili in quanto il ghiaccio continuava a rompersi rendendo impossibile uscire dall’acqua.

Apple Watch è un dispositivo che può salvare la vita

Per fortuna William Rogers non si è fatto prendere dal panico e ha pensato al modo migliore per uscire da questa situazione terribile. Non potendo aspettare gli aiuti troppo a lungo senza rischiare l’assideramento, ha deciso di usare il proprio Apple Watch per chiedere aiuto.

Tramite la funzione SOS dello smartwatch della Mela ha chiamato il 911 riuscendo così a chiedere dei soccorsi immediati. William Rogers ha poi dichiarato: “Ha funzionato. Mi ha salvato la vita” riferendosi ad Apple Watch e alle sue funzionalità di emergenza.

L’avventura di William Rogers è solo l’ultima in ordine di tempo che coinvolge Apple Watch. A gennaio di quest’anno infatti si è verificato un evento simile. Un ciclista britannico ha chiamato i soccorsi dal proprio smartwatch dopo essere caduto da un dirupo e finito in un fiume in piena. L’uomo è stato ritrovato anche dopo essere stato trascinato dalla corrente per oltre un chilometro e mezzo.