IPTV: ecco quali sono i pericoli che si corrono ad avere Sky e DAZN quasi gratis

Avere un servizio IPTV in casa con tanto di abbonamento stabile può comportare problematiche di cui gli utenti neanche si rendono conto. La pirateria ormai è un reato punito penalmente e le Forze dell’Ordine si stanno adoperando per mettere i bastoni tra le ruote alle varie organizzazioni. La Guardia di Finanza infatti starebbe indagando su più fronti per stanare tutte quelle realtà che consentono la sottoscrizione di tale servizio.

Per evitare qualsiasi tracciamento e per non incorrere in problemi seri, il consiglio di alcuni utenti è quello di utilizzare una VPN. Surfshark ad esempio permette soluzioni molto interessanti e soprattutto con un costo molto economico.

Per avere le migliori offerte anche da parte di Amazon, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

IPTV: ci saranno grossi problemi per coloro che risultano abbonati al servizio pirata

Durante le ultime settimane sono state condotte delle indagini che hanno portato a scoprire una piattaforma pirata che inglobava al suo interno oltre 50.000 utenti. Ora tutti coloro che erano iscritti al servizio potrebbero ricevere una visita da parte della Guardia di Finanza.il tracciamento degli indirizzi IP è infatti attivo al fine di identificare le persone alle quali sarà verbalizzata una sanzione che andrà da 2000 a 25.000 €. Il nome della piattaforma in questione è Webnet.

Dietro Webnet si nascondeva “un’articolata organizzazione, operante in diverse regioni del territorio nazionale, dedita alla vendita e distribuzione di dispositivi di decodificazione idonei a permettere l’accesso al servizio criptato IPTV per fruire di contenuti televisivi, senza il pagamento del canone dovuto”.