ho mobileSembrano continuare i guai per ho mobile. Di fatto, dopo una falla che ha fatto finire sul dark web i dati di moltissimi utenti, ora si trova anche sotto la lente d’ingrandimento di AGCOM. La causa principale sarebbe la segnalazione di IliadFastweb. Il garante per le telecomunicazioni è stato interpellato a causa di presunte pratiche non corrente che ho mobile sta attuando da qualche tempo.

La notizia è riportata da Il Sole 24 Ore, e riguarda molte segnalazione in merito alla portabilità dei numeri degli utenti decisi ad abbandonare l’operatore. In base a ciò che hanno detto le due società che hanno voluto presentare reclamo, ho mobile starebbe ostacolando gli utenti che hanno intenzione di abbandonarla per andare verso altri operatori. Scopriamo maggiori dettagli a riguardo.

ho mobile: i disservizi dell’operatore virtuale pare siano molteplici

Il sospetto principale è che il problema non sia generato solamente dall’aumento di domande improvviso, ma che dietro ci sia una vera e propria strategia. Infatti, dietro questi riguardi ci sarebbe il cambio di codice identificativo ICCID avvenuto in modo automatico per tutti gli utenti coinvolti nel data breach. Ciò è avvenuto in modo da attivare le procedure per mettere al sicuro i dati degli utenti, ma questa operazione è stata fatta con poca trasparenza verso gli utenti.

Le conseguenze del cambio sarebbero ricadute su circa il 70% dei consumatori che hanno presentato richiesta, ed ora spetta ad AGCOM stabilire se l’attività dell’operatore virtuale di Vodafone può essere punibile e se si tratta di pratica scorretta.

La tesi di Iliad e Fastweb prende ancora più valore per via del messaggio recapitato agli utenti interessati, il quale recita: “La tua richiesta di portabilità non è andata a buon fine. Ricordati di utilizzare il nuovo numero seriale ICCID che puoi richiedere inviato un SMS con scritto “seriale” al 342407221“.