blank

Uno dei principali temi su cui la ricerca in campo tecnologico si sta concentrando, è quello inerente le batterie, indispensabili per permettere ai nostri dispositivi di funzionare, quelli portatili ovviamente.

Ecco che l’università Uppsala in Svezia, presenta la sua nuova innovazione, infatti ha recentemente presentato una batteria organica che si ricarica velocemente e non risente di variazioni di temperatura importanti.

I dettagli

Stando a quanto dichiarato dall’università, la nuova batteria protonica è completamente organica, questo significa che una volta gettata, non è inquinante per l’ambiente, una caratteristica che in chiave ambientale è molto rilevante.

Per quanto riguarda le prestazioni, l’università ha verificato che la batteria può effettuare 500 cicli di ricarica senza perdite significative di prestazioni, ricarica effettuabile molto facilmente e rapidamente anche tramite una cella solare.

Un’altro vantaggio sottolineato dai ricercatori, è la sua non suscettibilità alle temperature, infatti, come spiegato da Christian Strietzel del Dipartimento di scienze dei materiali e ingegneria dell’ateneo, la batteria ad una temperatura di -24 gradi Celsius, non perde le proprie caratteristiche.

La batteria cerca di dare una soluzione ecologica nel campo dello stoccaggio dell’energia, basando il suo funzionamento sui chinoni, delle sostanze organiche composte da carbonio usate a livello cellulare nella fotosintesi e nella respirazione cellulare.

Il funzionamento sfrutta la capacità dei chinoni di assorbire o emettere idrogenioni, i quali a livello pratico sono protoni, andando così ad eliminare gli ioni di litio.

Come elettrolita è stata usata una soluzione acquosa acida, in grado di permettere il passaggio degli ioni, questo liquido è ecologico ed evita il rischio di esplosioni delle batterie.

Il progetto promette bene, soprattutto in chiave futura, infatti tutto il mondo si sta spostando verso l’elettrico, quindi non rimane altro che metterci a lavoro sulle batterie, indispensabili allo scopo.