Nel corso del 2019 le truffe online sono state sempre più presenti – purtroppo – nella vita degli utenti digitali. Le frodi hanno colpito ogni ambito del quotidiano: navigando sul Web è possibile infatti, imbattersi in mail truffaldine, in richieste di dati personali per sbloccare sedicenti conti bloccati e molto altro ancora. Purtroppo però una nuova truffa ha colpito i clienti utilizzatori di sim telefoniche con Tim, Wind, 3 Italia, Vodafone.

Gli hacker hanno messo a punto una frode denominata “Sim Swap Scam” (o Sim Swap Fraud o Sim Swapping), ovvero un’atto criminale e malevolo che punta a clonare la scheda telefonica della vittima partendo dalla raccolta di informazioni sul Web. Attraverso questa operazione criminale, i malintenzionati sono riusciti ad accedere addirittura ai conti correnti della vittima in questione.

 

La truffa delle sim clonate passa dalla raccolta di dati personali

 

Mettere in piedi una truffa simile non è da poco e i truffatori non si mollano dopo poco. La prima fase consiste nella raccolta di informazioni della vittima scelta attraverso i social network. In seconda battuta, i criminali richiedono all’operatore della vittima una nuova sim, spacciandosi proprio per l’utente possessore della scheda telefonica. Così facendo, riceveranno una scheda con la quale richiedere agli istituti bancari le credenziali per le App di Home Banking.

E’ proprio sfruttando il token digitale e l’autenticazione a due fattori mediante SMS che i cyber criminali compiono le malefatte. Il nostro consiglio principale è quello di non comunicare mai online troppe informazioni personali, ma qualora doveste incappare anche voi nella truffa online, correte al vostro gestore di riferimento e alle autorità competenti per denunciare subito il tutto. Fate attenzione.