La tecnologia ormai è parte integrante delle nostre vite. Online si svolge diverso tempo delle nostre giornate, che si tratti di tenersi in contatto con gli amici, navigare sui social oppure consultare siti di e-commerce. Effettivamente, quest’ultima abitudine negli ultimi anni si è particolarmente accentuata, sia per un meccanismo di fidelizzazione messo in atto dai principali store (con iscrizione alle newsletter e relativi sconti, o programmi dedicati ai clienti abituali) sia per un effettivo risparmio nell’acquisto di merce online.

Che sia dunque per comprare scarpe, vestiti, elettronica o suppellettili, i primi store ad essere consultati sono dunque proprio quelli online, anche per la rapidità di accesso agli articoli di interesse.

Tra i più utilizzati, senza dubbio troneggiano Amazon ed Ebay. Delle due piattaforme, però, soltanto una garantisce ai clienti la massima sicurezza sui propri acquisti. Quale? Vediamolo insieme.

Amazon e Ebay: quale e-store preferire?

Partendo da Ebay, la piattaforma consente agli utenti acquisti secondo due possibilità principali: “compralo subito”, per acquistare al prezzo indicato e farsi recapitare l’acquisto immediatamente, oppure la modalità “asta al rialzo”, che permette al venditore di cedere la propria merce al miglior offerente. D’altra parte, benché piuttosto intuitivo e di facile gestione, l’acquisto tramite questa piattaforma non è coperto da alcun tipo di garanzia. Quindi la truffa potrebbe celarsi dietro l’angolo. Solo la garanzia PayPal potrebbe intervenire a tutela del cliente.

Il costo talvolta più basso della merce, quindi, potrebbe non compensare il rischio di una brutta esperienza.

Amazon, invece, ha adottato una politica per la tutela degli acquisti molto diversa, che ha indotto molti utenti a virare dal sito precedente a questo store online.

La sua politica di reso garantisce ai clienti la massima soddisfazione a seguito dell’acquisto, e una serie di altre opzioni e garanzie possono completare l’acquisto andando anche a stipulare una specie di assicurazione sul bene acquistato. In tal senso, quindi, risulta molto più completo, e anche laddove il venditore fosse terzo rispetto ad Amazon, esso dovrebbe adeguarsi ad alcuni standard imprescindibili del sito, per consentire al cliente di acquistare nella massima tranquillità.