monopattini elettrici

Il caso di un uomo che era alla guida del suo monopattino ed è stato multato dalla Polizia Locale per guida senza patente non promette nulla di buono all’orizzonte della micromobilità. Riavvolgendo il nastro del tempo, vi parliamo di un fattaccio consumatosi a Brescia in cui un utente ha ignorato tutta una serie di disposizioni al codice della strada nella sezione monopattini elettrici.

Nello specifico, l’uomo circolava in città a una velocità superiore a quella consentita per questa categoria di veicoli, ricevendo in cambio dalla municipale ben 5.000 euro di multa e il sequestro del mezzo. Il monopattino dalla super velocità è stato inquadrato nella categoria dei motocicli, con la conseguenza che l’utente ha violato una serie di norme del Codice della strada che hanno elevato l’ammontare della multa a questa cifra assurda. In pratica, seppur alla guida di un veicolo elettrico di questa taglia, l’uomo era senza patente di guida per motocicli e senza un certificato assicurazione RCA.

Vediamo insieme le norme per evitare di essere beccati nel sacco come a Brescia.

 

Monopattini elettrici: arrivano le multe che non ti aspetti

Il Decreto 4 giugno 2019
Come recita il nuovo comma dedicato ai monopattini elettrici nel Codice della Strada, da giugno questi veicoli possono circolare nelle città a condizione che sia adottata una previa delibera dal Comune. Ogni specifica è pubblicata sul sito dell’amministrazione municipale, mentre in generale questi veicoli seguono queste norme:

  1. La circolazione su strada è consentita solo in ambito urbano e limitatamente a determinate infrastrutture stradali.
  2. Sarà vietata la circolazione al buio e di giorno in caso di scarsa visibilità per i micro veicoli sprovvisti di luci. Inoltre nella circolazione su strada o pista ciclabile ci sarà l’obbligo di avere il giubbotto o bretelle retro riflettenti ad alta visibilità di sera e notte per il segway e il monopattino elettrico.
  3. I dispositivi con velocità superiori ai 20 km/h dovranno essere dotati di acceleratore, mentre per poter essere utilizzati nelle aree urbane non potranno superare la velocità di 6 km/h.
  4. È vietato il trasporto di altri passeggeri o di cose e ogni forma di traino.
  5. Non sarà previsto l’obbligo del casco.