I clienti Tim, Vodafone, Wind e 3 non vedono l’ora di conoscere il nuovo standard di connessione 5G che viene considerato da tutti una sorta di innovazione tecnologica. Ma in attesa di sapere ulteriori dettagli in merito, gli utenti devono preoccuparsi dell’attuale rete 4G utilizzata da tutti gli operatori telefonici.

Un tema di cui si parla spesso e che inizia a far scuotere l’opinione pubblica è quello riguardante la privacy. Un esempio può essere lo scandalo di Cambridge Analytica dove i dati degli utenti venivano adoperati per dirigere alcune campagne politiche, una su tutte il referendum sulla Brexit, in modo da influenzare l’esito finale.

 

Falla nei protocolli 4G

In questi giorni sembra che la privacy non venga messa in discussione solamente con i social media ma anche sotto il profilo privato. Uno scienziato insieme al suo staff nella University of Iowa è riuscito a scoprire una falla presente nei protocolli della rete 4G, la quale consentirebbe agli hacker di spiare gli utenti.

Leggi anche:  Tim, Wind, Tre, Vodafone: crolla il mercato degli operatori telefonici

Ciò che fa rimanere increduli i clienti è che non servirebbero particolari conoscenze per potere eseguire azioni di questo tipo.

Entrando nei dettagli, la falla si troverebbe nel protocollo di paging dove gli operatori lo utilizzano per comunicare al dispositivo di un imminente arrivo dei messaggi e chiamate. Da quello che è emerso, gli hacker riuscirebbero a definirne la localizzazione del dispositivo e allo stesso tempo mandando in tilt il canale di paging. Con quest’ultima azione i malintenzionati potrebbero inviare dei messaggi falsi.

Per conoscere eventuali sviluppi su questa vicenda non vi resta che rimanere collegati con la pagina di TecnoAndroid!