Secondo un report redatto da Ookla, la società americana che abbiamo imparato a conoscere per il famoso servizio offerto dal suo Speedtest.net, l’ecosistema dello sviluppo 5G a livello europeo ci vede assoluti primatisti.

Da qualche tempo, infatti, la stessa società monitora le condizioni della rete 5G in tutto il mondo, redigendo e aggiornando una mappa interattiva sui dati raccolti. Uno strumento di reportistica molto utile sia a noi addetti ai lavori che per voi lettori. Insomma, l’Italia sembra meno piccina al cospetto delle altre nazioni europee.

 

Sviluppo 5G: Tim, Wind, Tre e Vodafone sono le seconde in Europa

mappa sviluppo 5G Italia è seconda

Come potete vedere nell’estratto della cartina interattiva disponibile a questo indirizzo, si possono vedere quanti operatori e quali città sono interessate dall’implementazione del 5G come rete consumer. E, senza presunzione alcuna, tolta la Svizzera che ha già diffuso massivamente la nuova rete di quinta generazione, l’Italia è il paese che più sta investendo in questa innovazione.

Leggi anche:  Gli Smartphone ci spiano: un report rivela il numero di vittime In Italia

L’Italia è la seconda nazione per densità di network 5G con ben quattro città attive:

  • Milano (Vodafone),
  • Torino (TIM),
  • Bari (TIM) e
  • Matera (TIM).

Ovviamente parliamo della sola Europa e sono comunque dati che sono in continuo aggiornamento e potrebbero dunque non essere completi. Se allarghiamo la mappa di Ookla a livello mondiale, notiamo che in Sud Corea nella sola provincia di Seoul sono attivi ben 14 player di telefonia dedicata al 5G. Fa rumore, al contrario, che il Giappone non sia minimamente interessato da questa innovazione, mentre gli Stati Uniti d’America trionfano con ben 21 operatori di telefonia in 5G dislocati da est a ovest.