5G

Qualcomm Incorporated e HMD Global Oy annunciano di aver siglato un accordo per i dispositivi mono-modali e multimodali realizzati e commercializzati da HMD Global con il brand Nokia. Secondo i termini dell’intesa, Qualcomm darà in concessione ad HMD Global licenze royalty-bearing per la connettività. Soprattutto per la connettività 5G.

Nello specifico, l’accordo prevede la concessione di queste licenze royalty-bearing per lo sviluppo, produzione e commercializzazione di dispositivi 3G, 4G e 5G single-mode e multimode. Ecco cosa ha dichiarato Florian Seiche, CEO di HMD Global, una volta siglato l’accordo:

 

Il 5G come minimo comune multiplo di Qualcomm e HMD Global: l’accordo è fatto

“Siamo guidati dalla nostra intenzione di offrire telefoni che migliorano nel tempo e, per farlo, lavoriamo con i migliori partner possibili. La nostra collaborazione con Qualcomm ci permette di portare innovazione sul mercato e di mantenere la promessa che abbiamo fatto ai nostri fan”.

Leggi anche:  5G: operatori telefonici riscontrano nuovi problemi sulla rete

Parole alle quali sono seguite quelle di Alex Rogers, executive vice president e president, Qualcomm Technology Licensing, che ha dichiarato: “Qualcomm è molto soddisfatta di aver siglato un accordo per le licenze 3G, 4G e 5G con HMD Global, accordo che nasce dalla relazione tecnologica di lungo periodo che ci unisce”.

Qualcomm, continua il numero uno dell’azienda, “guida la transizione verso il 5G e siamo orgogliosi di rendere disponibili le nostre tecnologie 3G/4G/5G all’avanguardia a preziosi OEM come HMD Global e di supportarli per offrire al mercato prodotti allo stato dell’arte”.

Pertanto, possiamo iniziare ad aspettarci già dei nuovi dispositivi top di gamma a marchio Nokia compatibili con il più recente standard di connettività e quindi in grado di offrire eccellenti velocità internet in download e in upload.