IPTV: il rischio per gli utenti TIM, Vodafone e Wind è grosso secondo Le Iene

Le stangate per quanto riguarda l’IPTV e tutti gli utenti che la utilizzano sono sempre dietro l’angolo. Nonostante la visione sia improntata su un netto “Tra tante persone possono mai beccare me?“, le multe sono reali e nell’ultimo periodo hanno colpito.

Sono finiti nell’occhio del ciclone soprattutto alcuni utenti titolari di esercizi commerciali con l’IPTV installata per la visione di vari incontri sportivi. I canali sono di diverso genere e riguardano però tutte le piattaforme, le quali sono quindi finire nel bel mezzo dell’illegalità. Per dare del filo da torcere a quella che ad oggi è una vera e propria organizzazione, Sky e gli altri hanno presentato diversi esposti in procura.  (per le offerte migliori sui decoder Android, ecco Amazon con i codici sconto. Iscriviti al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui)

 

IPTV: dopo la sentenza del tribunale di Milano cambiano le cose, intanto ecco le multe anticipate da Le Iene

Molte lamentele da parte dei titolari delle grandi aziende broadcaster sono arrivate. Si è deciso per cui di prendere il toro per le corna al fine di eliminare il sistema pirateria dal web una volta e per tutte.

Leggi anche:  IPTV: Sky e Premium gratis diventano un sogno per i clienti Tim e Vodafone

Oltre le tante persone che hanno ricevuto multe anche dal valore di 2.000 euro, ecco una nuova “legge” emanata dal tribunale di Milano. Tutti i grandi gestori telefonici per la casa, dovranno bloccare l’accesso ad uno dei top siti per l’IPTV. Si tratta di No Freeze IPTV, il quale sarà quindi nella maggior parte dei casi oscurato. In questo modo è stata dunque data una grossa spallata al sistema, il quale in breve tempo potrebbe essere ridotto in polvere.