Twitter

Da molte settimane parliamo della possibilità di modificare i tweet sul social network Twitter. La piattaforma infatti, partendo da qualche settimana fa, prima annunciò la nuova funzione, poi fece un passo indietro, poi la riannunciò e ora sembra che siamo tornati ancora al fatidico “passo indietro”.

Jack Dorsey, amministratore delegato dell’azienda ha più volte annunciato la funzione, precisando ogni volta, che il team era al lavoro per questa funzionalità. Ora sembrerebbe essere una nuova notizia.

 

Twitter cambia idea sul modificare i tweet

Giovedì 14 febbraio si è tenuto un incontro a San Francisco, nel quale Dorsey ha affermato che Twitter sta pensando al momento di sostituire l’opzione di modifica del tweet, con un’opzione che aggiunga una sorta di “chiarimento” o annotazione, sotto un tweet già pubblicato. Più precisamente, il tweet originale rimarrebbe, ma verrebbe pubblicato sotto un altro piccolo tweet con la modifica eseguita dall’utente.

Leggi anche:  Facebook, multa da 1 milione in Italia per lo scandalo Cambridge Analytica

Dorsey ha spiegato: “Non esiste un modo credibile per tornare indietro e chiarire o persino avere una conversazione per mostrare l’apprendimento e la transizione da allora“. Ha successivamente precisato che il proprio team di programmatori sta pensando di costruire una funzionalità che possa risolvere questo problema. Al momento, per poter “chiarire” un tweet già pubblicato in passato, bisogna eseguire un retweet di un proprio post, commentandolo di seguito.

Il chiarimento in questione rimarrebbe slegato dal tweet principale, che potrebbe essere già diventato virale, limitando di conseguenza la visibilità del chiarimento. Ci sono stati tanti casi di artisti licenziati o che hanno perso il proprio ingaggio a causa di un tweet pubblicato anni prima. Probabilmente la funzione modifica non sbarcherà mai sulla piattaforma, dovremo accontentarci del “chiarimento”.