Amazon

Amazon è sicuramente la piattaforma di e-commerce più conosciuta ed apprezzata nel mondo. Oltre a proporre una vasta gamma di prodotti, prevede, per tutti gli utenti iscritti a Prime, moltissimi servizi molto utili.

Dopo aver lanciato l’assistenza vocale Alexa anche in Italia, sicuramente si aspettava che i dati della trimestrale fossero cresciuti rispetto all’anno scorso. Al contrario invece, hanno deluso Wall Street, ecco i dettagli.

 

Amazon: i dati dell’ultima trimestrale deludono Wall Street

I conti dell’azienda ovviamente sono in continua crescita, ma meno rispetto a quanto prevedevano gli analisti. A differenza di Twitter, che ha battuto le attese, Amazon ha riportato, per il secondo trimestre di fila, vendite che non hanno raggiunto le stime. Bloomberg ha anche sottolineato che questo fatto non accadeva da ben 4 anni. Anche la crescita prevista per il periodo di Natale non farà registrare numeri da capogiro. In più si aggiunge anche il servizio Cloud che non è cresciuto al ritmo degli anni passati.

Leggi anche:  Amazon Alexa, l'assistente vocale è finalmente arrivata in Italia

L’azienda di Jeff Bezos ha sfiorato negli ultimi periodi i 3 miliardi di utili nel terzo trimestre, ma probabilmente queste cifre al mercato non bastano. Quest’ultime hanno infatti deluso le attese, soprattutto con l’avvicinarsi del periodo delle festività. Le vendite nette sono arrivate a 56.6 miliardi, ovvero il 29% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, ma comunque sotto le aspettative.

Il quarto trimestre, che comprende anche le festività del Thanksgiving e di Natale, la piattaforma ha previsto una crescita tra il 10 e il 20%, arrivando così a 72.5 miliardi di dollari, contro i 73.9 miliardi attesi dagli analisti. C’è anche da sottolineare che, la società dal prossimo novembre ha dichiarato di aumentare la paga minima dei propri dipendenti a 15 dollari l’ora per i dipendenti degli Stati Uniti.