5G

Venti, trenta, quaranta e cinquanta... no, non è la tabellina del 10, ma bensì l’ammontare di GIGA che gli operatori telefonici del calibro di TIM, Wind Tre, Vodafone e Iliad sono arrivati ad offrire nell’ultimo periodo!

Oggi avere così tanti GIGA sembra la normalità, anzi, quasi il minimo indispensabile, ma basterebbe ricordare il panorama della telefonia mobile di circa un anno fa per rendersi conto che la situazione si è completamente rivoluzionata. Chi mai avrebbe pensato che un giorno sarebbe riuscito ad avere 50 GB di traffico in 4G a soli 5 euro al mese? Ve lo diciamo noi, nessuno.

Se si pensa alle possibili cause che hanno condotto gli operatori telefonici ad apportare talune modifiche, non si riesce a trovare una risposta certa. Si potrebbe pensare che il mercato sia cambiato grazie all’arrivo di Iliad o ancora che le offerte stiano man mano aumentando in vista dell’arrivo del 5G.

Leggi anche:  Falle rete 4G: la connessione che usiamo tutti i giorni spia le conversazioni

Nessuna delle due ipotesi è errata: effettivamente, prima di Iliad nessun operatore aveva offerto soglie così elevate ad un prezzo così basso. Solo in seguito alla prima tariffa del quarto e nuovo operatore nazionale abbiamo iniziato ad assistere ad un progressivo adattamento degli altri gestori, fino a quando anche “i più forti” hanno ceduto alla concorrenza.

L’altra teoria è che, invece, gli operatori si stanno adattando per l’arrivo del 5G. Come ben si sa, questo tipo di rete è stata denominata anche Internet of Things in quanto metterà in connessione tutti gli oggetti smart. Al fine di svolgere tutte queste operazioni un gran numero di dati dovranno essere usati.