Postepay: le vittime del phishing aumentanoLe vittime del phishing aumentano sempre più, le truffe online non si fermano e continuano a prosciugare le prepagate di Poste Italiane. Il problema è quasi ingestibile, negli ultimi mesi le denunce e i conseguenti arresti sono stati numerosi grazie alla continua attività della Polizia Postale. Non basta ciò per porre limiti al phishing che diffonde le sue email e inganna tutti con le sue strategie.

Le truffe online, per i titolari di carte PostePay, sono diventate intollerabili!

Giornalmente gli intestatari di carte prepagate PostePay ricevono email preoccupanti diffuse da hacker intenti a rapinarli. Le strategie utilizzate sono diverse ma l’elemento basilare che permette di ingannare i clienti di Poste Italiane, è il tono intimidatorio che caratterizza le false comunicazioni inviate. Sospensione della carta, blocco dei pagamenti online o, addirittura, il totale blocco della carta; falsi avvisi che attirerebbero l’attenzione di ogni utente possessore di una carta.

Leggi anche:  PostePay: ecco i tentativi di frode più comuni che circolano tramite email

Le email però arrivano a chiunque, anche a chi una carta non la possiede. In tal caso nessun problema ma non è possibile dire lo stesso per i possessori di PostePay. Sempre più spesso gli utenti seguono quanto scritto nelle email ricevute da questi criminali, credendo di risolvere problemi inesistenti, proprio così rischiano di perdere i loro risparmi. Bastano pochi passaggi effettuati inconsciamente per dare ai truffatori la possibilità di accedere al proprio conto. Non agiscono soltanto così, però, i nuovi criminali, anche le false inserzioni di vendita online sono causa di numerosi furti.

Il web oltre ad offrire numerose opportunità può rivelarsi pericoloso a causa degli inganni che vi si diffondono. L’attenzione, quindi, non è mai abbastanza!