Postepay: email false minacciano gli utenti
Le prepagate di Poste Italiane continuano ad essere l’ostaggio preferito dei cyber-criminali che minacciano i titolari delle carte con email false e ingannevoli. La classica tecnica utilizzata dal phishing per svuotare i conti degli utenti è sempre più diffusa e le vittime continuano ingenuamente a cadere in trappola.

Attenzione alle email false inviate da Poste Italiane!

E’ opportuno precisare che le email false a nome di Poste Italiane provengono in realtà da un gruppo di hacker solito nascondersi dietro il nome di grandi aziende per truffare gli utenti. Poste Italiane è l’espediente più utilizzato da questi malfattori e riesce giornalmente ad allarmare gli utenti.

I truffatori inviano informazioni fittizie agli utenti e puntano sul furto d’identità. Un furto che, nella maggior parte dei casi, è favorito dalla vittima stessa che inconsapevolmente fornirà le sue credenziali. Il titolare della carta inserirà i suoi dati d’accesso su un sito clone in grado di trasferire tutto ai truffatori.

Leggi anche:  PostePay: hacker utilizzano SMS e WhatsApp per inviare nuove truffe

Ciò avviene grazie alla retorica persuasiva e il tono intimidatorio che caratterizzano le email diffuse, tipiche del phishing. Le comunicazioni riescono a convincere l’utente a seguire quanto espresso nell’email poiché minacciano una sospensione o un blocco della carta nel caso in cui non si rinnovino i dati entro 48 ore.

Queste email sono diffuse giornalmente allo scopo di rubare i risparmi di più utenti possibili ma possono essere contrastate. Le prepagate PostePay sono tra le carte più sicure, non permettono di ricevere addebiti e possono essere utilizzate per gli acquisti online soltanto inserendo delle password dinamiche inviate direttamente al titolare. Gli acquisti online vengono spesso effettuati con PostePay e per limitare gli inganni possibili Poste Italiane ha ideato WeldPay. Un’applicazione in grado di tutelare i clienti durante i pagamenti online.